LA NASCITA DI SAVEMA

Savema è stata fondata nel 1975 per iniziativa di due famiglie, Piacentini e Volterrani, già da molti anni nel settore della pietra. Grazie al talento imprenditoriale dei due fondatori e alla loro lunga esperienza, in meno di una decade Savema si è imposta come uno dei principali attori globali per la fornitura di lavori architettonici in pietra, di elevata qualità e di grandi dimensioni. Allo stesso tempo, Savema ha iniziato a lavorare e commercializzare lastre di marmo, granito e altre pietre naturali, diventando uno dei produttori più conosciuti tra marmisti, importatori e distributori in tutto il mondo.

LO SVILUPPO NEGLI ANNI '80 E '90

Negli anni '80, grazie al forte incremento dell'uso del granito, Savema è rapidamente cresciuta, aprendo filiali all'estero, con lo scopo di intercettare la fase di espansione del settore della pietra che stava allora avvenendo e che sarebbe durata fino a metà anni ‚Äò90. Fin dall'inizio, Savema ha creato una rete di legami profondi con molti proprietari di cava in tutto il mondo, che sono ancora oggi uno dei punti di forza della nostra formula imprenditoriale. Attualmente Savema - sia direttamente, che tramite società del gruppo - ha aperto uffici di acquisto blocchi e lastre in Vitoria (Brasile), Bangalore (India) e Xiamen (Cina), dove un personale altamente preparato si dedica giornalmente alla ricerca e selezione di nuovi materiali.

UNA NUOVA STRATEGIA

A seguito della globalizzazione dell'industria della pietra avvenuta nell'ultimo ventennio, Savema ha drasticamente cambiato la propria strategia ed è tornata a valorizzare e promuovere marmi, specialmente quelli provenienti dalle cave della zona di Carrara. Investimenti in cave di proprietà e la vicinanza alla materia prima del distretto del marmo di Carrara sono uno dei fattori cruciali di competitività, sul quale l'azienda ha fondato da oltre dieci anni il proprio attuale sviluppo.